Scegli la tua città
Scegli la tua città

Camera (fotografica) con vista su Modena: Daniele Affranti, fotografo di luoghi e passanti

“Modena, a seconda della stagione e della luce, può offrire la stessa situazione in modi diversi. Alcune strade e vicoli illuminati dal sole mettono in risalto i colori tipici della città, dal giallo all’ocra, dal rosso al mattone; poi, come a volte capita, la nebbia ti dà una nuova dimensione e gli edifici assumono quasi una morbidezza: in questi casi visitarla di notte è molto suggestivo”.

Dal mercato medioevale Albinelli a nuovi spazi dedicati all'arte visiva, fino a vecchie latterie e caffè. L'itinerario del fotografo Daniele Affranti

Foto di Daniele Affranti

A vedere la città sotto questa luce dai molteplici colori è Daniele Affranti, classe’ 59, per undici anni fotografo pubblicitario in uno studio di Modena e oggi autore di un progetto intitolato “Passanti, ritratti e architetture urbane”, in cui ha scattato persone e luoghi da ogni parte del mondo.

Dal mercato medioevale Albinelli a nuovi spazi dedicati all'arte visiva, fino a vecchie latterie e caffè. L'itinerario del fotografo Daniele Affranti

Foto di Daniele Affranti

“L’ispirazione non ha un luogo ben preciso – racconta – sono le situazione che creano l’immagine”.

Dal mercato medioevale Albinelli a nuovi spazi dedicati all'arte visiva, fino a vecchie latterie e caffè. L'itinerario del fotografo Daniele Affranti

Foto di Daniele Affranti

Gli chiedo quali sono per lui i luoghi più fotogenici della città. “Modena essendo come tante altre una città a struttura medievale offre la parte più interessante nel centro e, con le ultime ristrutturazione di zone dimenticate fino a qualche tempo fa, mi sembra sia visitabile oramai ovunque”.

Dal mercato medioevale Albinelli a nuovi spazi dedicati all'arte visiva, fino a vecchie latterie e caffè. L'itinerario del fotografo Daniele Affranti

Foto di Daniele Affranti

Certo, piazza Grande e la prospettiva di via Farini con l’Accademia, via Emilia Centro e per me il piccolo delizioso mercato di via Albinelli, sono le parti da vedere assolutamente. La zona del centro è sicuramente la più fotografabile ma anche riprese dalla periferia posso essere interessanti”.

Dal mercato medioevale Albinelli a nuovi spazi dedicati all'arte visiva, fino a vecchie latterie e caffè. L'itinerario del fotografo Daniele Affranti

Foto di Daniele Affranti

Fra i posti invece dedicata alla fotografia, e non solo a questa, consiglia alcuni indirizzi. “Attualmente, ritengo il Consorzio Creativo uno spazio espositivo, sopratutto per foto, più interessante e ambito del panorama modenese, gestito da persone che hanno cultura entusiasmo e passione per la fotografia e danno spazio a giovani ma anche già affermati fotografi”.

Dal mercato medioevale Albinelli a nuovi spazi dedicati all'arte visiva, fino a vecchie latterie e caffè. L'itinerario del fotografo Daniele Affranti

Foto di Daniele Affranti

“Altre realtà possono essere il Teatro Guglia o la Galleria d’arte Artesi di via Fonte d’Abisso”.

Dal mercato medioevale Albinelli a nuovi spazi dedicati all'arte visiva, fino a vecchie latterie e caffè. L'itinerario del fotografo Daniele Affranti

Foto di Daniele Affranti

Poi, fra i posti citati da Daniele, ci sono anche quelli non solo piacevoli allo sguardo, ma anche al palato. “Penso a luoghi piccoli, spazi inusuali, interessanti, come la vecchia Latteria di via Santa Eufemia, o il bar Miami di via Corassori”.

Dal mercato medioevale Albinelli a nuovi spazi dedicati all'arte visiva, fino a vecchie latterie e caffè. L'itinerario del fotografo Daniele Affranti

Foto di Daniele Affranti

Ci sono librerie e negozi per appassionati di fotografia a Modena che Daniele sente di consigliare. “Sicuramente la Ubik, dove si posso trovare libri fotografici di autori modenesi, fra cui il più famoso è Franco Fontana”.

Dal mercato medioevale Albinelli a nuovi spazi dedicati all'arte visiva, fino a vecchie latterie e caffè. L'itinerario del fotografo Daniele Affranti

Foto di Daniele Affranti

Infine, tornando a uno dei suoi ultimi progetti, “Passanti”, conclude: “Quelle foto sono state fatte in varie città europee: ho scattato anche a Modena, sopratutto per mettere in risalto i colori delle vie che di certo non sono meno meravigliose di altre situazioni, ma Modena è la mia città e si incontrano amici, si passeggia per il semplice piacere di farlo, a volte dimenticando appositamente a casa la macchina fotografica”.

L'autore: Eliselle

Lettrice compulsiva, libraia appassionata, scrittrice work in progress. Laureata in Storia Medievale, ha pubblicato diversi romanzi, tra cui: “Laureande sull'orlo di una crisi di nervi” (Effedue), “Amori a tempo determinato” (Sperling & Kupfer) e “Il romanzo di Matilda” (Meridiano Zero).

Leggi altri articoli