Scegli la tua città
Scegli la tua città

Balene volanti e peccati di gola: Brescia nascosta e da scoprire

Un giro nella “mia” Brescia che inizia prestissimo al mattino con una lunga passeggiata che mi porta sulla fortezza di epoca medioevale, arroccata sul colle Cidneo, che altro non è che il Castello di Brescia. A passo svelto e con una salita che mi sento di sconsigliare ai cardiopatici, arrivo finalmente alla meta e mi godo quello che ha da offrirmi: una vista stupenda, che mi consente di vedere buona parte del centro storico e ascoltare il frinire delle cicale.

Vista dal Castello di Brescia – Foto di Elena Tosi

Vista dal Castello di Brescia – Foto di Claudia Lauriano

In Castello di giorno c’è molta pace, mai affollato, ma sempre brulicante di autoctoni e non, che ci vanno per visitarlo, per godersi il panorama o per rilassarsi. È un posto particolarmente suggestivo che spesso durante l’arco dell’anno ospita eventi ludico-culturali decisamente interessanti, come Musical ZOO, festival musicale e culturale in cui potrete trovare ottima musica, numerose installazioni e street food come se piovesse. Godereccio per ogni età.

Foto di Elena Tosi

Vero è che che la “Fame non ha scrupoli” per cui dopo tutto questo passeggiare non ci faremo remore nell’abbandonare la fortezza per fare una capatina in uno dei posti più fichi per fare colazione di tutta la città: Checchi Café & Bakery. Il paradiso del goloso in cui è possibile spaziare da abbondanti colazioni salate, a fette di torta dalle dimensioni bibliche.

Foto di Claudia Lauriano

Da Checchi, se vuoi fare il brunch c’è da prenotare: il posto è estremamente accogliente, ma piccolo e se avete fretta forse non fa per voi. L’attesa in questo caso però, è un valore aggiunto. Abbiate pazienza e non sarete certo delusi.

Foto di Alfi

Ma Brescia, non è solo cibo e bei paesaggi. Citta d’arte ospita opere di numerosi artisti, ma uno al momento cattura la mia attenzione: si chiama Alfi e incontro spesso sui muri della città i suoi mostriciattoli e le sue little whale. È pazzesco come queste opere riescano a ridare colore al degrado urbano, l’arte di strada vista come soluzione e non come vandalismo.

Foto di Elena Tosi

Ogni sua balena impersonifica la fuga dal tossico che abbiamo attorno, la bolla non nitida simboleggia il malessere, ma la balena stessa, colorata, coloratissima, è la fuga e la ricerca di una libertà che sia degna di essere chiamata tale.

Foto via Facebook

Nel frattempo sono arrivate le 19, ora in cui apre la Riserva del Grande, “spiritose invenzioni” a due passi dall’omonimo teatro ed è lì che una giornata può finire solo bene.

Foto via Facebook

Merito dello scoppiettante padrone di casa Ampelio Zecchini e della maestria che caratterizza lui e il suo staff nella costante ricerca del nuovo, per offrirci cocktail empirici, preparati rigorosamente con infusioni e aromatismi home made. Il tutto accompagnato da una location teatrale che è un mix tra le storiche “Avventure marinaresche”e “Fantastic mister Fox”.

L'autore: Claudia Lauriano

Claudia Ester Jacqueline Lauriano, classe 1985 cresciuta a carboidrati complessi e traslochi, ha vissuto in numerose città d'Italia. Ha una formazione da educatrice ma nella vita ha deciso di occuparsi di attivismo e satira fondando le frizzantissime caramelle in piedi Italia di cui è fiera presidente. Libera e laica è anche membro della Chiesa Pastafriana Italiana

FIND THESE PRODUCTS IN OUR LOCAL STORE
OR IN OUR ONLINE STORE

SUN68 Brescia
Unconventional clothes for everyday situations.
Siamo in Via F. Cavallotti, 3.
Whatsapp 342.6521967

Leggi altri articoli