Scegli la tua città
Scegli la tua città

Colazione a Padova: 5 posti dove cominciare bene la giornata

Se come me amate gustare una buona colazione, e se come me cercate in tutti i modi di dedicare almeno 15 minuti della vostra giornata alla prima coccola del mattino, allora Padova è la città che fa per noi.

Portici, piazze, vicoli brulicano di bar e pasticcerie dove l’aroma del caffè e il profumo di dolci appena sfornati vi avvolgeranno a ogni passo e non vi lasceranno indifferenti. Un sano addio quindi alla fretta dell’espresso al volo!

1. Baessato – Largo Europa,14

Baessato 3 colazione a Padova

Dalla colazione, alla pausa pranzo fino all’aperitivo, Baessato, moderno bar pasticceria, espone il meglio di sé in un lungo bancone vetrato dove monoporzioni, crostatine e lievitati ingolosiscono sin dal mattino presto davanti ad un fumante caffè o un cremoso cappuccino. Tra i croissant spicca il grissino dolce, sorta di pasta sfogliata zuccherosa e croccante. I tavoli sotto il portico garantiscono una colazione riparata anche in caso di cattivo tempo, e nei comodi divani una colazione e quattro chiacchiere in assoluto relax.

Baessato 2

 

2. Caffè Cavour – Piazza Camillo Benso Conte di Cavour, 10

Cavour 2

La colazione classica che ti aspetti di fare nel centro pulsante di Padova: in piedi davanti al bancone di marmo si è accolti da cappuccini spumosi e caffé dalla giusta cremina ben preparati da personale capace e attento. Fragranti i lievitati sempre freschi e disponibili con varie farciture, la “zona” dolce  del Cavour sa conquistare tutti con le meraviglie create dal maestro Luigi Biasetto dalla mitica Setteveli (torta con cui vinse il campionato del mondo di pasticceria) alle mousse, bavaresi, crostate, bicchierini, vere delizie per gli occhi e per il palato. Bello il dehors direttamente sulla piazza pedonale.

 

3. Caffè Pedrocchi – Via VIII Febbraio, 15

pedrocchi 3

Parte integrante della storia della città e vero lustro patavino,  questo caffè, così come voluto dal suo fondatore Antonio Pedrocchi nel lontano 1831 è ancora oggi un luogo di incontri e di scambi culturali. La sala Verde è quella che più incarna lo spirito originario: è aperta a tutti e tutti qui possono leggere il giornale, chiacchierare o studiare  senza obbligo di consumazione, anzi agli studenti è offerta una bella tazza di caffè americano. Le altre sale ricche di marmi, velluti rossi, giochi di luci e specchi sono dedicate a chi vuole  in puro stile mitteleuropeo, concedersi una ricca colazione con caffè di ottima tostatura (targato Pedrocchi) e un’ampia gamma di lievitati e dolci di grande qualità. Da non perdere il famoso Caffé alla menta con crema di menta e scaglie di cacao e lo Zabaione Stendhal accompagnato da biscottini tanto amato dallo scrittore. Impeccabile e professionale il servizio che continua anche tra i tavoli esterni.

 

4. Coffee Box – Via Altinate, 37

coffee box 4

I magnifici tre: Antonello, Andrea e Santiago, pur non provenendo dal mondo della gastronomia ma da quello della comunicazione e dell’arredo, hanno saputo creare un luogo che davvero mancava nel panorama già ricco dei bar/pasticcerie della città.

Il piglio artistico dei proprietari si esprime in una chiara ispirazione nordica sia negli oggetti decorativi che  nell’organizzazione della prima sala, proprio oltre la porta d’ingresso: lampade industriali e retrobanco in ardesia dove in bellavista sono elencate le specialità della casa: chai latte, matchalatte, cinnamoncaffé e tutte quelle grandi tazze amate dagli hipster, ma non mancano i classici cappuccini e aromatici espressi.  Il lungo bancone propone i lievitati del giorno: morbidissima la veneziana,  burrosissimi i croissant anche in versione mignon, i super gonfi muffin in più versioni sia al cioccolato che ai mirtilli.

Il locale poi si apre in zona boutique dove si possono acquistare alcune specialità come confetture e sciroppi, per raggiungere finalmente l’angolo lettura con comode poltrone e libreria propria. Al primo piano la sala è “libera” per chi desidera appartarsi a studiare o organizzare mini meeting di lavoro. Tutto a libero servizio anche nei pochi tavoli esterni.

 

5. Antico Forno – Via Cassan 1/angolo Via Altinate

Antico Forno 2

Il nome viene dalla passione di Gabriele, il proprietario,  che ha deciso di creare in centro a Padova un bar/pasticceria che potesse essere lo sfogo naturale del suo laboratorio di arte bianca. I lavori di ristrutturazione hanno riportato alla luce un bellissimo soffitto travato e un affresco del 1951 ora sotto tutela delle belle arti. Un posto artistico quindi, ma anche un po’ francese, l’Antico Forno si distingue per l’atmosfera fresca e animata, dove la cortesia e il sorriso del personale ti invogliano subito a lanciarti sul bancone dei lievitati: lucidi croissants, morbide paste alla crema e, tra le tante golosità da non perdere, il  “ferro di cavallo” una morbidissima brioche che conquista subito per la sua fragranza (e per la forma). L’aria franco-provenzale e l’arredo molto curato anche nei dettagli floreali, ne fanno uno dei locali più intimi e chic dove fare colazione a Padova, il tempo di un caffè, magari rilassati tra morbidi cuscini bianchi e si ha la sensazione di trovarsi in un paesino provenzale ma a due passi da casa.

antico forno 4

Credits delle foto: Alexandra Asnaghi

 

L'autore: Alexandra Asnaghi

Dopo varie esperienze lavorative all’estero, fonda in Italia una società di consulenza per la ristorazione, uno spazio per corsi ed eventi, ed un blog personale dove raccoglie ricette, recensioni ed esperienze di viaggio. Il suo motto è “con un fornello e due padelle mi sento a casa in ogni angolo del mondo”.

Leggi altri articoli