Scegli la tua città
Scegli la tua città

Ericailcane, Cento Canesio e il nuovo bestiario street-art di Bassano

Lo spazio urbano può avere molteplici angolazioni per essere osservato: le auto scorrono su di una strada che hai sempre percorso a piedi e non ti sei mai accorto avesse la forma di una esse perfetta, il bar dove prendi il caffè ogni giorno ha le pareti esterne rosse che col tempo hanno iniziato una lenta sfumatura tra quelle rosa dell’edificio a sinistra e quelle mattone dei quello a destra, ma non ci hai mai fatto caso.

Una parata di animali in bicicletta, una sfilata di orsi e coccodrilli. RAME project a Bassano: i nuovi lavori di Ericailcane e Cento Canesio

Foto di Carlo Tonelato

Anche il punto più insignificante o apparentemente inutile di una via, una piazza o una stazione ferroviaria è in potenza un’inconsapevole opera d’arte, serve solo qualcuno che se ne accorga. Bassano del Grappa è un luogo che sta a questo gioco in maniera apertissima, nel corso degli ultimi dieci anni soprattutto, elementi architettonici prima muti si sono trasformati in opere d’arte a cielo aperto, merito di un fervido movimento di street culture, e ad alcuni progetti alimentati dall’amore per questa città.

Una parata di animali in bicicletta, una sfilata di orsi e coccodrilli. RAME project a Bassano: i nuovi lavori di Ericailcane e Cento Canesio

Foto di Carlo Tonelato

RAME Project è attualmente motore principale di iniziative di riqualificazione urbanistica a Bassano, un gruppo di menti creative e visionarie che ricerca spazi inutilizzati o dimenticati per trasformarli con grandi disegni, facendoli rinascere modernissimi e vitali. Così dove un tempo sorgeva il vecchio ospedale, in viale delle Fosse, ora c’è un parcheggio a fare da basamento per un enorme coppia di robot impressi sul muro di un edificio altrimenti trascurabile, a firma dell’artista torinese Pixel Pancho.

Una parata di animali in bicicletta, una sfilata di orsi e coccodrilli. RAME project a Bassano: i nuovi lavori di Ericailcane e Cento Canesio

Foto di Carlo Tonelato

Pareti monocromatiche diventano musei open air a Bassano del Grappa, e Diego Knore ci imprime il suo marchio di fabbrica, ovvero le piccole ossa accumulate, che coabitano meravigliosamente con le anatomie viscerali di Andrea Koes, sfondi neri e pochi colori, ma l’effetto è impattante per l’impianto urbano, impossibile non rivolgere lo sguardo a simili opere anche sfrecciando in bicicletta o in skateboard. Sono proprio questi due artisti tra gli altri i soci fondatori di quello che fino al 2012 è stato uno degli eventi legati alla street art più importanti d’europa, l’INFART. Cresciuto esponenzialmente nel corso delle 6 edizioni, INFART ha radunato in città i più importanti writers e muralisti del momento, regalando immagini e suggestioni su edifici quasi sull’orlo della demolizione.

Una parata di animali in bicicletta, una sfilata di orsi e coccodrilli. RAME project a Bassano: i nuovi lavori di Ericailcane e Cento Canesio

Foto di Carlo Tonelato

Ora RAME Project cerca, con il benestare dell’amministrazione comunale, di mantenere attiva l’opera di rinnovamento urbano, commissionando disegni e selezionando con cura le pareti.

Una parata di animali in bicicletta, una sfilata di orsi e coccodrilli. RAME project a Bassano: i nuovi lavori di Ericailcane e Cento Canesio

Foto di Carlo Tonelato

L’ultimo imponente lavoro è stato affidato in momenti differenti a due importanti artisti italiani come Cento Canesio e Ericailcane, la “tela” designata si trova in via Tabacco, dove il rialzo ferroviario incontra la pista ciclabile sottostante, le due opere lunghe circa 60 metri hanno gli animali come punto in comune ma con anime differenti. Il lato nord del sovrapasso è una parata in bicicletta dei personaggi fumettistici tipici di Canesio, il lato nord invece è più provocatorio e realistico: topi, rane, orsi e conigli  antropomorfi osservano i passanti con fare giudicante, le figure più realistiche di Ericailcane danno un senso di inquietudine.

Una parata di animali in bicicletta, una sfilata di orsi e coccodrilli. RAME project a Bassano: i nuovi lavori di Ericailcane e Cento Canesio

Foto di Carlo Tonelato

Bassano del Grappa ha una grande fortuna, quella di avere luoghi nascosti in cui l’arte urbana può proliferare indisturbata, ne sono prova il grande pesce e il gatto degli Spazi di via Portici Lunghi, sotto il ponte di Campo Marzio; ed altri monumentali grigiori molto trafficati che non aspettano altro che essere imbrattati da nuovi masterpieces del murales.

Una parata di animali in bicicletta, una sfilata di orsi e coccodrilli. RAME project a Bassano: i nuovi lavori di Ericailcane e Cento Canesio

Foto di Carlo Tonelato

Un tempo Banksy provocava e si nascondeva in tutto il mondo, ora città come Bassano del Grappa hanno la possibilità di disegnare sul proprio cemento alla luce del sole, una grossa opportunità da non gettare al vento.

L'autore: Carlo Tonelato

Nato nel pragmatico e virtuoso nordest italiano, Carlo ne assume le caratteristiche principali. Imperterrito, laborioso, estroverso q.b., assetato di birra ed aneddoti da sempre. Scrive di musica e fa volontariato, abitudini oramai desuete ma in cui crede molto. Ambizioso controcorrentista.

Leggi altri articoli