Scegli la tua città
Scegli la tua città

LABottega: fotografia e arte culinaria in un unico locale

A pochi passi dalla pineta della Versiliana, sulla strada che porta a Pietrasanta, si trova un locale unico nel suo genere: LABottega.
Salumeria (così i proprietari definiscono questo ristorante) ma anche Laboratorio fotografico, LABottega propone ai suoi ospiti un originale connubio tra buon cibo e arte fotografica.
L’idea è frutto della creatività di Serena Del Soldato, direttrice artistica del Laboratorio, e della madre Veronica, che insieme nel 2011 hanno deciso di rivoluzionare il concetto di “bottega” per proporre uno spazio innovativo e multifunzionale, basato sull’alchimia tra specialità culinarie toscane e fotografia.

EVERYDAYLIFE: LABottega ha alle spalle un’affascinante storia familiare, potresti raccontarcela?
SERENA: Tutto nacque nel 1920 quando i miei bisnonni, Giulia e Giuseppe Bonci, decisero di venire a vivere a Marina di Pietrasanta ed aprirono un piccolo spaccio (la Bottega!) dove i pochi abitanti della costa, che stava iniziando a popolarsi, riuscivano a reperire i generi di prima necessità. In poco tempo la Bottega divenne un importante punto di riferimento e di aggregazione, anche grazie alla successiva apertura della locanda e della trattoria all’aperto dove, all’ombra dei platani, i frequentatori si ritrovavano per commentare la vita del paese. I miei bisnonni furono i pionieri di questa attività mentre i miei nonni Titano e Frida lavorarono duro per mantenerla e per ampliarla aggiungendo, nel corso degli anni ’50, un bar, un fruttivendolo ed una macelleria. La Bottega divenne così una sorta di centro commerciale ante litteram, lo snodo dove scorreva la vita del paese. Di generazione in generazione è stata tramandata con passione questa attività di famiglia finché nel 2011 io ed i miei genitori abbiamo sentito la necessità di rinnovare  il locale per creare un nuovo ambiente che mantenesse però lo stesso spirito di convivialità ed ospitalità di un tempo. Pensa che molti dei vecchi clienti dell’alimentari, passando in bicicletta, continuano a fermarsi per bere un caffè e fare due chiacchiere!

LABottega - Marina di Pietrasanta Salumeria | Fotografia

EVERYDAYLIFE: Non solo ristorante, non solo laboratorio: LABottega è un locale unico in Versilia, che si distingue per la commistione tra buon cibo e fotografia. Come mai questa scelta?
SERENA: Volevamo ricreare un luogo ospitale, dove le persone di qualsiasi età ed interesse potessero ritrovarsi e sentirsi a proprio agio, godendo di diversi servizi e soprattutto di un’atmosfera accogliente. L’affascinante identità storica di questo luogo, il mio grande interesse per la fotografia, la forte tradizione gastronomica di famiglia e il profondo senso di ospitalità (oltre a LABottega lavoriamo anche nel settore alberghiero) hanno fatto il resto. Consideriamo LABottega come un contenitore di bei momenti: gustare buon cibo alla Salumeria, godere dell’arte nel nostro spazio espositivo, comprare un libro nel bookshop e leggerlo in giardino davanti ad un aperitivo, partecipare ad un talk, seguire un corso di fotografia.
In virtù del lungo legame che ci lega al nostro territorio, inoltre, abbiamo ideato un progetto particolare, nato con lo scopo di ricostruire una memoria collettiva e popolare legata non soltanto ai luoghi della Versilia storica ma anche alle tradizioni, agli usi e costumi e ai personaggi che l’hanno vissuta: “la Scatola dei Ricordi”. Chiunque, frugando nella propria casa, riesca a trovare delle fotografie significative della storia della propria famiglia può portarle nello spazio de LABottega per aiutarci a dare vita a questo archivio storico-antropologico digitale della Versilia.

LABottega - Marina di Pietrasanta Salumeria | Fotografia

EVERYDAYLIFE: Dal punto di vista della Salumeria: cosa vi differenzia dagli altri ristoranti? C’è un piatto in particolare che consiglieresti per gustare al massimo lo spirito del locale?
SERENA: Non so dire di preciso cosa ci contraddistingua dagli altri, ogni ristorante è fatto di duro lavoro e di grande passione. Ma posso dirti quali sono i nostri punti forti: la Salumeria è creata su solide radici e su una solida tradizione di famiglia. Mio nonno Titano per garantire alla clientela la qualità dei prodotti macinava con la sua Giulietta chilometri e chilometri per l’Italia alla ricerca delle migliori farine e dei salumi più prelibati. La qualità e la passione sono rimaste le stesse di allora! In realtà, a dispetto del nome che sottolinea la tradizione del locale, offriamo oltre alla norcineria anche piatti tipici toscani. La nostra “Pappa al Pomodoro” è deliziosa! Tra i taglieri, il mio preferito è il “Completo”, che è la sintesi della nostra cucina: salumi e formaggi di grande qualità con piccoli abbinamenti di cucina toscana, serviti con panzanelle calde. Vi aspettiamo il 1 Aprile, quando la Salumeria aprirà le porte per la nuova stagione 2017 con tante novità tutte da scoprire: dagli aperitivi, alle cene in giardino ai pranzi delle Feste. Coglieremo anche l’occasione per presentarvi i menù speciali di Pasqua e Pasquetta dedicati ai piatti della ‘cucina povera’ toscana.

bancone2

EVERYDAYLIFE: Dal punto di vista del laboratorio fotografico: com’è strutturato?
SERENA: Il Laboratorio è concepito come un percorso di immagini, creatività e cultura visiva. Durante l’estate ospitiamo mostre di artisti emergenti e di grandi autori della fotografia contemporanea e organizziamo talk con gli artisti al Caffè dei Maledetti Fotografi, in collaborazione con l’omonimo web-magazine che sta riscuotendo un grandissimo successo ( http://maledettifotografi.it ). Fino a questo momento sono stati intervistati al nostro Caffè autori come Massimo Vitali, Maurizio Galimberti, Massimo Sestini, Romano Cagnoni e molti altri. Stiamo già lavorando alla nuova programmazione per il 2017! In inverno invece ci dedichiamo alla didattica organizzando corsi e workshop sulla fotografiasiamo già alla sesta stagione e siamo onorati di aver regalato a più di 300 persone la capacità di esprimersi attraverso le immagini! (maggiori informazioni le trovate qui)!. Per tutto il corso dell’anno, invece, abbiamo un rifornito bookshop dedicato alla fotografia ed un interessante archivio di stampe Fine -Art in vendita.

bookshop-LABottega

EVERYDAYLIFE: C’è un progetto che ricordi con particolare emozione? Perché?
SERENA: Sicuramente la prima esposizione assoluto, quella con cui abbiamo inaugurato LABottega nel 2011, dedicata all’autore inglese Tony McGee. Una mostra complessa ed emozionante allo stesso tempo: dovevamo per la prima volta misurarci con gli spazi, con un nuovo lavoro, approcciarci con un importante autore. È stata una grandissima soddisfazione vedere quanto il pubblico ed i nuovi clienti lo abbiano apprezzato, partecipando all’evento e comprando le sue opere.

EVERYDAYLIFE: Un artista che vorresti ospitare?
SERENA: In realtà l’abbiamo già ospitato! Jacob Aue Sobol è un autore che seguivamo da anni e che sembrava irraggiungibile. Grazie ad una felicissima collaborazione con il gallerista Claudio Composti e l’amico Libero Musetti questo sogno è diventato possibile. Speriamo che possa succedere anche con gli attuali ed i futuri “innamoramenti” artistici!

EVERYDAYLIFE: Il progetto “ORIGINE” inaugura il 1 aprile la stagione espositiva 2017 de LABottega. Di cosa si tratta?
SERENA: ORIGINE è osservazione dell’essere umano nell’analisi che egli compie su se stesso, tra capacità creative indiscutibili e inevitabili quanto connaturate dinamiche distruttive. Il primo degli interventi espositivi è la mostra “SPACEARTH a cura di Maurizio Marco Tozzi che presenta in anteprima internazionale i risultati interpretativi ottenuti dalla fotografia satellitare nell’ambito di una ricerca di volta in volta biologica, narrativa, antropologica o puramente artistica, attraverso le opere di Jenny Odell, Max Serradifalco, David Thomas Smith, Federico Winer, Stephen Lund e Carloalberto Treccani. Con “SPACEARTH” nasce un nuovo movimento culturale per la Terra inteso a sviluppare un inedito concetto di “paesaggio” ed al tempo stesso lanciare un forte monito per la salvaguardia del nostro pianeta, valorizzando le bellezze ambientali, immortalando momenti della nostra epoca, scoprendo particolari conformazioni che solo attraverso il mezzo satellitare è possibile mettere in luce.  Osservando le immagini scattate in diversi luoghi del mondo, si vive una sorta di telepresenza, quella che Lev Manovich definisce “il mezzo non per creare un nuovo oggetto, ma per accedervi, per allacciare relazioni, per osservare ciò che avviene in un luogo remoto”. SPACEARTH è un viaggio alla riscoperta dei territori più preziosi e talvolta nascosti della Terra che attraverso le opere degli artisti fotografi satellitari possiamo finalmente tornare ad ammirare ed amare. A contorno del progetto saranno esposte anche due videoinstallazioni create damoodboard“, il magazine fondato da Martina Toccafondi e Lucrezia Cortopassi. La mostra – inserita nella prestigiosa rassegna Seravezza Fotografia, quest’anno alla 14esima edizione – sarà visitabile fino al 14 Maggio 2017, vi aspettiamo!

 

SPACEARTH - The Satellite Photography Terra, Arte e Nuovi MediaEVERYDAYLIFE: Tra bilanci e progetti per il futuro, cosa sogni per LABottega?
SERENA: La Versilia offre da sempre un clima fertile per la cultura ed il turismo aiuta molto in tal senso. In molti ci riconoscono il fatto che un locale come il nostro non esistesse ancora e noi siamo fieri e felici di aver portato una ventata di novità! Il bilancio di questi primi anni di attività è molto positivo e l’entusiasmo è sempre molto forte: consideriamo LABottega come una realtà in divenire, come un contenitore al quale ogni anno aggiungiamo cassetti. Nel 2016 abbiamo aperto il bookshop, creato nuovi eventi, nuovi piatti e nuove collaborazioni. Per il prossimo anno abbiamo in serbo altre sorprese! Il sogno? Riuscire ad aprire una sede fuori dall’Italia!

Credits delle foto: LABottega Salumeria | Fotografia

L'autore: Anna Bastianelli

Una laurea in legge sulla scrivania e mille progetti nel cassetto. Insofferente alla realtà, colleziona buoni propositi e storie d’amore finite troppo in fretta: sarà colpa della sua immaginazione iperattiva? Sogna un mondo in cui la cioccolata non fa ingrassare e l’amore dura per sempre.

Leggi altri articoli