Scegli la tua città
Scegli la tua città

Off Topic: il nuovo hub culturale di Torino, sempre su On

Daniele lo trovi nel Vinyl Day, una domenica in cui il cortile si riempie di appassionati dell’analogico: dj set, scambi di dischi, brunch e music market – tutto all’insegna del vinile. Anna invece si nasconde dietro i dettagli, la cura delle piccole cose tirate a lucido: “Vedi queste piante?”, mi chiede indicando i vasi di edera che pendono dai muri, “Se domani le trovi cambiate sicuro son stata io”. Sorride. “Tutto il resto è intelligenza collettiva”. Siamo in via Pallavicino 35, in un cortile disseminato di tavoli e circondato da specchi e murales: la piazza collettiva su cui si affacciano tutte le anime di Off Topic, un progetto nato un anno fa in seno al TYC, centro di protagonismo giovanile della città di Torino.

Teatro, bistrot, cocktail bar, coworking, teatro, reading e live-club. Più spazi, un unico post: Off Topic, nuovo luogo di sperimentazione

Foto di Maria Durando

“L’Off Topic è come un condominio”, dice Daniele. “In senso buono”, aggiunge Anna. “È casa, ma non una sola: ci sono molte anime”. Ed effettivamente siamo in quello che in tutta Europa verrebbe definito un hub culturale;  un luogo in cui si sperimenta in ogni campo dell’arte, si creano reti tra associazioni, liberi professionisti e artisti, un luogo ibrido e polifunzionale: un po’ teatro e un po’ aula studio, un po’ bistrò e un po’ coworking, un po’ casa di produzione e un po’ ufficio.

Teatro, bistrot, cocktail bar, coworking, teatro, reading e live-club. Più spazi, un unico post: Off Topic, nuovo luogo di sperimentazione

Foto via Facebook

Anna è campana, ma ha studiato a Milano, mentre Daniele è nato e cresciuto a Torino e ha origini toscane. Hanno entrambi poco più di trent’anni e fanno parte di The Goodness Factory, un’associazione culturale che coordina le attività di Off Topic.

Teatro, bistrot, cocktail bar, coworking, teatro, reading e live-club. Più spazi, un unico post: Off Topic, nuovo luogo di sperimentazione

Foto di Maria Durando

Prima di sedermi con loro ordino un caffè americano al bancone di quello che Daniele definisce la loro “punta di diamante”, il luogo in cui a qualunque ora arrivi trovi sempre ristoro. Aperto dalle 9 alle 23 – per colazione, pranzo, merenda, aperitivo, cena e drink – il Bistrò si occupa dell’aspetto culinario della faccenda, tutto all’insegna della qualità, con un’attenzione particolare alla filiera e all’educazione al consumo. “Qui trovi la mozzarella di bufala di Battipaglia, il prosciutto crudo toscano, ma anche 20 tipi di gin diversi, perché non solo ci piace bere e mangiare, ma ci piace farlo consapevolmente”.

Teatro, bistrot, cocktail bar, coworking, teatro, reading e live-club. Più spazi, un unico post: Off Topic, nuovo luogo di sperimentazione

Foto via Facebook

Ogni cena è accompagnata da uno spettacolo sul piccolo palco in fondo alla sala. Mentre per gli eventi più grandi c’è il Cubo, dall’altra parte del cortile: concerti – da Pacifico a La Yegros – serate danzanti e “Fertili Terreni Teatri”, una vera e propria rassegna teatrale organizzata dal Cubo Teatro, una delle associazioni che ha sede proprio in OFF TOPIC e che, con grande soddisfazione di Daniele, si è subito rivelata un successo: “È un’emozione incredibile vedere un’intera stagione di teatro contemporaneo, messa in piedi e seguita da gente giovane, fare sold out per sere e sere consecutive”.

Teatro, bistrot, cocktail bar, coworking, teatro, reading e live-club. Più spazi, un unico post: Off Topic, nuovo luogo di sperimentazione

Foto via Facebook

Secondo lui Torino è po’ come New Orleans, una città ricca di fermento dove è possibile sperimentare: la gente ha sete di spettacolo e basta trovare i posti per dare sfogo a questo fermento, e farlo con professionalità. 

Teatro, bistrot, cocktail bar, coworking, teatro, reading e live-club. Più spazi, un unico post: Off Topic, nuovo luogo di sperimentazione

Foto via Facebook

Professionalità per Anna e Daniele significa anche attenzione al territorio, fare comunità e farla responsabilmente. “Noi siamo a pochi metri dal nuovo campus universitario, le aule studio sono sovraffollate e soprattutto mancano posti dove potersi confrontare in gruppo”, dicono. Per questo il 14 febbraio ha inaugurato CAMPUS OFF, due aule studio, una sala del rumore e una del silenzio allestite negli stessi luoghi che di sera ospitano spettacoli e concerti. “Siamo un contenitore pensato per essere trasformato”.

Teatro, bistrot, cocktail bar, coworking, teatro, reading e live-club. Più spazi, un unico post: Off Topic, nuovo luogo di sperimentazione

Foto via Facebook

Il cibo, l’intrattenimento e lo svago dunque, con le serate swing e quelle di musica anni Novanta, ma sempre con una certa idea di mondo, collettiva e collaborativa, in cui l’arte si trasforma in mezzo per allargare orizzonti. Così, ad esempio, nasce Poetronica, un format in cui musica elettronica, poesia e poetry slam si incontrano per dare vita a serate partecipatissime. Ogni edizione ha il suo titolo e Daniele conserva uno dei ricordi più emozionanti di Off Topic in Poetronica#4 / Talking Hands, il reading che ha incrociato la lingua dei segni portando sul palco poeti non udenti.

Teatro, bistrot, cocktail bar, coworking, teatro, reading e live-club. Più spazi, un unico post: Off Topic, nuovo luogo di sperimentazione

Foto via Facebook

“Siamo nati con l’obiettivo principale di dare rilevanza territoriale alla performance, sia in termini di esibizione che in termini produttivi. Qui infatti ci mettiamo a disposizione degli artisti per sviluppare progetti, renderli più solidi economicamente, far uscire l’arte da una nicchia hobbystica e darle la dignità e la professionalità di un mestiere”. Ma anche per dimostrare, in momento in cui molti locali chiudono, che la città della Mole ha voglia di musica. Di questo parla ad esempio la scritta stampata sulla mia mug: Cantautori in Canottiera, un format che tutte le estati porta a Torino artisti di altre città, da Giorgieness a Diodato fino a Colapesce.

Teatro, bistrot, cocktail bar, coworking, teatro, reading e live-club. Più spazi, un unico post: Off Topic, nuovo luogo di sperimentazione

Foto di Maria Durando

Insomma, Off Topic, non è un teatro, non è un locale notturno, non è un ristorante, non è un centro associativo, ma è un insieme di tutte queste cose e l’insieme, si sa, spesso è più della somma delle parti. Quindi, in qualsiasi momento capitiate a Torino ricordatevi di dare un occhio alla loro programmazione, perché il rischio di trovarvi qualcosa di adatto a voi, sempre condito da della buona musica, è davvero altissimo.

L'autore: Martina Merletti

Martina Merletti nasce nel 1992 e va fiera del suo nome allitterante. Nel tempo libero si è diplomata alla Scuola Holden, laureata in Agraria all'Università di Torino e ora lavora nel mondo dell’editoria per Zanichelli e nella ristorazione langarola. Vive una scissione continua tra le parole e i luoghi: la stanzetta buia dello scrittore e l’aria aperta, gli insettini, i prati montani. È ben felice, dunque, di poter unire le due cose e raccontarvi che aria tira in quel del Piemonte.

FIND SUN68 PRODUCTS IN OUR LOCAL STORE
OR IN OUR ONLINE STORE

SUN68 Torino 

Unconventional clothes for everyday situations.
Via Andrea Doria 5, Torino
Whatsapp 348.0157173

Leggi altri articoli