Scegli la tua città
Scegli la tua città

Via Trento a Piacenza: una strada fotogenica

A Piacenza, in via Trento 18, c’è una porta grigia con uno spioncino curioso. La sagoma ritagliata di una macchina fotografica lo trasforma in un obbiettivo che mi osserva mentre suono il campanello.

Una nuova galleria specializzata in mostre fotografiche, uno spazio dedicato al design e uno storico spaccio di prodotti alimentari. Tutto in una strada

Foto di Filippo Lezoli

Entro nella prima galleria piacentina che tratta solo fotografia, la da.ga.llery di Gaetano Damasi. Nato da pochi mesi e presenza più giovane al recente Mia Photo Fair di Milano, lo spazio mi accoglie con gli scatti di Giovanni Chiaramonte nella Sicilia degli Anni Settanta.

Una nuova galleria specializzata in mostre fotografiche, uno spazio dedicato al design e uno storico spaccio di prodotti alimentari. Tutto in una strada

Foto di Filippo Lezoli

Le esposizioni con cui ha iniziato l’attività la dicono lunga sulla qualità della linea che la galleria intende mantenere: le fotografie di Luca Nizzoli Toetti sono state l’avvio col botto, ora è esposto Chiaramonte e in aprile sarà la volta di Stefano Giogli che, racconta Damasi, «qui a Piacenza è rimasto affascinato dalle rive del Po, i suoi ponti e i suoi riflessi, e dallo sguardo che si perde lontano».

Una nuova galleria specializzata in mostre fotografiche, uno spazio dedicato al design e uno storico spaccio di prodotti alimentari. Tutto in una strada

Foto di Filippo Lezoli

La da.ga.llery cerca immagini «che non siano NG». Damasi dice proprio così: Enne Gi. «Alla National Geographic, che, per carità, sono bellissime e adatte al loro target, ma vogliamo proporre qualcosa di meno scontato». Come lo stile minimal di queste due stanze, dove l’arte dell’osservazione non risparmia neppure le maniglie delle porte, sostituite da vecchi obbiettivi e dal rullino della Kodak.

Una nuova galleria specializzata in mostre fotografiche, uno spazio dedicato al design e uno storico spaccio di prodotti alimentari. Tutto in una strada

Foto di Gaetano Damasi

Se chiedo a Damasi di scegliere un luogo fotogenico della città, mi sorprende facendomi affacciare alla porta. «Non andiamo lontano, io ti dico questa via. Via Trento». Una strada per lui intima. «Tutto dipende da come si vedono le cose. Via Trento è anche il soggetto di un mio portfolio, una sorta di analisi interiore perché è qui che sono nato e cresciuto. Ho fotografato angoli, prospettive e persone di questa via».

Una nuova galleria specializzata in mostre fotografiche, uno spazio dedicato al design e uno storico spaccio di prodotti alimentari. Tutto in una strada

Foto via Web

Questa strada, prima dell’apertura della da.ga.llery, era conosciuta per la sede “Spazio Esperienze” del lighting designer Davide Groppi.

Una nuova galleria specializzata in mostre fotografiche, uno spazio dedicato al design e uno storico spaccio di prodotti alimentari. Tutto in una strada

Foto via Web

Un luogo da non perdere per chi ama il design sposato alla magia della luce.

Una nuova galleria specializzata in mostre fotografiche, uno spazio dedicato al design e uno storico spaccio di prodotti alimentari. Tutto in una strada

Foto di Filippo Lezoli

Chi pecca con il gusto, invece, al civico 7 di via Trento trova la bottega storica Amendolara.

Una nuova galleria specializzata in mostre fotografiche, uno spazio dedicato al design e uno storico spaccio di prodotti alimentari. Tutto in una strada

Foto di Filippo Lezoli

Nata nel 1937 come caseificio e ora spaccio di salumi, specialità piacentine e quant’altro è possibile fantasticare.

Una nuova galleria specializzata in mostre fotografiche, uno spazio dedicato al design e uno storico spaccio di prodotti alimentari. Tutto in una strada

Foto di Filippo Lezoli

La galleria, con i suoi workshop, la futura piccola libreria e il festival all’aperto già in programma, sta diventando un punto di riferimento irrinunciabile per chi passa a Piacenza con la fotografia in testa. E’ luogo d’incontro di fotografi, ciascuno con la sua idea di bellezza cittadina.

Una nuova galleria specializzata in mostre fotografiche, uno spazio dedicato al design e uno storico spaccio di prodotti alimentari. Tutto in una strada

Foto di Filippo Lezoli

Uno di loro, Patrizio Maiavacca, ama scattare ai margini, nella zona industriale dove dalla tangenziale si abbracciano la chiesa di Torricella, il grattacielo dei Mille, la stazione e i tralicci sui binari che disegnano geroglifici nel cielo.

Una nuova galleria specializzata in mostre fotografiche, uno spazio dedicato al design e uno storico spaccio di prodotti alimentari. Tutto in una strada

Foto di Marco Rigamonti

Marco Rigamonti, che con la da.ga.llery collabora, punta la macchina fotografica negli angoli verdi e nascosti alle spalle di via Rogerio, dove i giardini si alternano ai mattoni rossi delle case Ina, raccolte attorno alla chiesa del quartiere.

Una nuova galleria specializzata in mostre fotografiche, uno spazio dedicato al design e uno storico spaccio di prodotti alimentari. Tutto in una strada

Foto di Patrizio Maiavacca

Per ogni occhio c’è uno sguardo non convenzionale sulla città.

L'autore: Filippo Lezoli

Giornalista, si interessa di arte e dintorni. Gli piace camminare per le strade raccogliendo appunti, osservare le persone e lasciarsi attrarre dai luoghi. Perché, scriveva Caproni, "non sei mai dove sai".

Leggi altri articoli