Scegli la tua città
Scegli la tua città

Bar Lento: per cambiare ritmo a due passi da Riccione

«Un caffè, grazie… ma con calma eh! Mettici pure tutto il tempo che vuoi eh!», chiede una cliente. Valentina, la titolare, la fulmina da sotto la frangetta corvina, perché ha sentito questa battuta almeno un milione di volte. Come biasimare la cliente? Anche a distanza di anni, è difficile sottrarsi ai giochi di parole quando si ordina qualcosa nella caffetteria vegana Bar Lento a Rimini.

Una caffetteria accogliente ed eclettica, per chi cerca una pausa dallo stress della quotidianità, coccolandosi di dolcezza in compagnia di un buon libro

Foto di Francesco Rigoni

Non entravo in questa oasi di pace da circa un anno, e ammetto che il ritmo lento mi mancava. Al piano terra c’è chi fa pausa pranzo con colorate bowl vegetariane mentre sul soppalco un paio di universitari studiano e ripassano la lezione. Qui si respira dolce nostalgia per quel passato di relazioni, di amicizie, d’incontri, tipico dei salottini delle nonne.

Una caffetteria accogliente ed eclettica, per chi cerca una pausa dallo stress della quotidianità, coccolandosi di dolcezza in compagnia di un buon libro

Foto di Francesco Rigoni

L’arredo è costituito da tesori recuperati dalla cantina e tirati a lucido dal fratello di Valentina. Tutto è tutto in vendita, tranne il centrino Brioches are fucking sexy, che Valentina conserva gelosamente, perché ricamato da una cara amica che abita in Giappone.  

Una caffetteria accogliente ed eclettica, per chi cerca una pausa dallo stress della quotidianità, coccolandosi di dolcezza in compagnia di un buon libro

Foto di Francesco Rigoni

La novità è nell’angolo a destra: dove c’era lo spazio per le rastrelliere delle bici, oggi c’è una libreria, lenta anche lei. «Lento Bookshop è il naturale proseguimento di quello che facevamo già fuori da qui», alla voce della titolare si aggiunge quella di Simona, la più impegnata nella scelta del catalogo. «Credo ci sia l’esigenza di fermarsi un attimo per riflettere ed approfondire gli argomenti che ci propongono i media», racconta «perché le manifestazioni di piazza vengono sempre ridotte a slogan, vuoti e strumentalizzabili». 

Una caffetteria accogliente ed eclettica, per chi cerca una pausa dallo stress della quotidianità, coccolandosi di dolcezza in compagnia di un buon libro

Foto di Francesco Rigoni

Simona ha lavorato nel copywriting per agenzie di comunicazione, anche a Berlino, ma ha sempre coltivato parallelamente l’impegno nell’attivismo e, tornata in Italia, ha portato i temi per i quali manifestava nel bookshop. C’è un po’ di tutto sugli scaffali: romanzi, fumetti, libri di fotografia, musica punk, ma con focus specifici su questioni di genere, femminismo, immigrazione e rapporto uomo – animali. «Siamo partite con le case editrici indipendenti che già conoscevamo e poi abbiamo selezionato per temi». Alcuni titoli sono ostici, Simona lo riconosce: «Ci vuole tempo per digerirli». Bisogna accompagnarli con una buona tisana o una fetta di torta vegana al cioccolato, e sono fondamentali gli incontri con gli autori che vengono organizzati periodicamente per avvicinare le persone e rendere il salotto del Bar un confortevole spazio di confronto.

Una caffetteria accogliente ed eclettica, per chi cerca una pausa dallo stress della quotidianità, coccolandosi di dolcezza in compagnia di un buon libro

Foto di Francesco Rigoni

«Quando vediamo un giovane che, dopo aver passato ore a sfogliare i frontespizi dei saggi e aver chiesto consiglio a noi, si avvicina alla cassa con un libro in braccio, esultiamo come allo stadio!», ammette entusiasta Valentina. “Gli abbiamo consegnato un pezzo di noi, una lettura diversa da quella che avrebbe trovato in una libreria tradizionale».

Una caffetteria accogliente ed eclettica, per chi cerca una pausa dallo stress della quotidianità, coccolandosi di dolcezza in compagnia di un buon libro

Foto di Francesco Rigoni

In linea con il menù del bar, Simona tiene stretto uno dei libri a cui è più affezionata: «Prendi Disobbedienza Vegana, il primo lavoro che abbiamo presentato qua con l’autore… È molto distante dalla narrativa mainstream e dall’argomento di tendenza da social network. Racconta le origini dell’idea vegana, spiegando meglio questa rivoluzionaria e a tratti incompresa filosofia di vita».

Una caffetteria accogliente ed eclettica, per chi cerca una pausa dallo stress della quotidianità, coccolandosi di dolcezza in compagnia di un buon libro

Foto di Francesco Rigoni

All’appello manca la terza guerriera di questa rivoluzione lenta. Francesca sì è nascosta in cucina per lavorare alle novità da inserire nel menù. Esce solo per offrirmi da bere e io approfitto per immortalarla insieme alle colleghe. Con il mio centrifugato di frutta e zenzero in mano, comincio a sbirciare qua e là.

Una caffetteria accogliente ed eclettica, per chi cerca una pausa dallo stress della quotidianità, coccolandosi di dolcezza in compagnia di un buon libro

Foto di Francesco Rigoni

Vengo rapito dalle illustrazioni della collana ‘Rimini Grafica’ a cura di Mariacristina Serafini, docente alla LABA. I mini cataloghi analizzano il graphic design d’avanguardia e le cartoline del passato che hanno reso iconica la città. «Nick Cave veniva a cantare a Rimini, ti rendi conto?» esclama Simona indicandomi una foto all’interno del catalogo dedicato alle foto underground degli anni “80. 

Una caffetteria accogliente ed eclettica, per chi cerca una pausa dallo stress della quotidianità, coccolandosi di dolcezza in compagnia di un buon libro

Foto di Francesco Rigoni

Ma va là, ma sta bon. I quaderni nello spazio cartoleria sono esilaranti. Su sfondi coloratissimi campeggiano le tipiche espressioni dialettali romagnole. Poco più in là, scopro il progetto di Destroy Brandina che coinvolge diversi disegnatori locali e decido di acquistarne la prima pubblicazione: Anatomia di una Brandina, che stravolge il simbolo della Riviera Romagnola.

Una caffetteria accogliente ed eclettica, per chi cerca una pausa dallo stress della quotidianità, coccolandosi di dolcezza in compagnia di un buon libro

Foto di Francesco Rigoni

Un territorio, quello della riviera, che spesso va ad un’altra velocità rispetto al Bar Lento. Valentina e Simona al caos di Marina Centro preferiscono la tranquillità della darsena di San Giuliano con la passerella in tavolato di legno e le lucine appese a cascata. Evitano la chiassosa movida delle cantinette della Vecchia Pescheria e partono per lunghe passeggiate nell’entroterra della Val Marecchia.

Una caffetteria accogliente ed eclettica, per chi cerca una pausa dallo stress della quotidianità, coccolandosi di dolcezza in compagnia di un buon libro

Foto di Francesco Rigoni

Con il libro sotto braccio, saluto le ragazze e scappo via. Il tempo è volato. Uscendo, mi accorgo della scritta sulla vetrina: “Quand’ero piccolo, da grande volevo diventare un libro. Non uno scrittore, un libro”. Uso questa citazione di Amos Oz per fare un’ultima domanda a Valentina, sull’uscio: quale fosse la sua aspirazione da bambina. «Non avevo le idee chiare, all’università ho studiato moda, ma da sempre ho avuto una vocazione: quella di aiutare il prossimo. Non nella forma che pensano tutti, perché le persone non le salvano solo i dottori.”

L'autore: Francesco Rigoni

Francesco Rigoni è un giovane architetto freelance con tanti sogni nel cassetto. Ama il suo lavoro, soprattutto quando incontra i campi dell’arte e dello spettacolo. Da sempre interessato di social e mondo digitale, cura con passione il proprio profilo Instagram dove racconta le sue avventure quotidiane. La creatività e il sorriso sono i suoi fedeli compagni di viaggio.

FIND SUN68 PRODUCTS IN OUR LOCAL STORE
OR IN OUR ONLINE STORE

SUN68 Riccione

Unconventional clothes for everyday situations.
Viale Ceccarini 101, Riccione
Whatsapp 349.0927145

Leggi altri articoli