Scegli la tua città
Scegli la tua città

Aspirin Lifestyle Bookstore: il primo bibliocaffè che porta in Italia la nuova Cina

Da qualche mese Milano ha una nuova libreria, che è soprattutto uno spazio di contaminazione fra la cultura cinese e quella italiana. Uno spazio fluido in cui le persone dimenticano il loro luogo di provenienza e iniziano ad abitare un libro, un cibo diverso, una conversazione in una lingua nuova. Aspirin Lifestyle Bookstore è il nome del primo bibliocaffè cinese di Milano. Lo ha scelto Patty Wong, una ragazza sui 30 anni, che mi invita a seguirla nel suo ufficio, “Qui saremo più tranquille”.

Libreria di volumi in lingua originale, bar, galleria d'arte e spazio co-working. Tutto questo è Aspirin Lifestyle Bookstore a Milano

Foto di Paola Menzella

L’ufficio di Patty è una stanza con un grande tavolo dalla forma irregolare, senza spigoli. L’aspetto da sala riunioni viene tradito dalla presenza di tele e cataloghi di arte, che lo rendono più simile ad una galleria. “Sono a Milano da pochi anni, sto migliorando il mio italiano, forse possiamo chiacchierare in inglese”.  Le confesso che ho studiato il cinese ma che da molti anni ho smesso di esercitarmi. “Allora Aspirin è il posto dove devi venire. Qui tutti stiamo imparando meglio una lingua, facciamo un language exchange fra italiani e cinesi almeno due volte la settimana e parliamo di tutto, arte, letteratura, cinema”.

“Ti ho già detto che prima qui c’era una banca? Io e altri 11 soci abbiamo ristrutturato il locale per farne un posto dove sentirci bene.  Ecco perché si chiama Aspirin. Il rimedio al malessere, qualcosa che in tutto il mondo puoi prendere per avere sollievo. Le persone sono piene di storie e ognuno di loro mi sembra un libro. Qui ciascuno può trovare il suo posto”. 

Foto di Paola Menzella

 “Alcune di queste tele le ho fatte io. Quando sette anni fa sono arrivata a Milano ho studiato scenografia all’Accademia di Brera, e poi ho conosciuto mio marito, lui era uno studente del Politecnico”. In un attimo capisco di trovarmi davanti la nuova generazione cinese, la prima dei viaggiatori cosmopoliti,  dei ragazzi ambiziosi che scelgono l’Italia per attingere al suo bagaglio infinito di espressioni artistiche. E Patty è l’incarnazione di questo spirito contemporaneo. Nata in Cina, vissuta in Malesia, si è formata come pianista e ha sognato di conoscere l’Europa.

Libreria di volumi in lingua originale, bar, galleria d'arte e spazio co-working. Tutto questo è Aspirin Lifestyle Bookstore a Milano

Foto di Paola Menzella

“Ho scelto Milano perché mi ha fatto pensare a Shanghai, la città da cui provengo” continua Patty. “Qui si concentrano le novità, la spinta al futuro, una città internazionale dove però ai miei amici cinesi mancava un luogo dove esprimere il proprio spirito, quello più profondo. Molte difficoltà nelle interazioni fra cinesi ed italiani dipendono dalla mancanza di tempo e dalla distanza linguistica. Qui si trova il modo di costruire un legame fra le due culture”. 

Libreria di volumi in lingua originale, bar, galleria d'arte e spazio co-working. Tutto questo è Aspirin Lifestyle Bookstore a Milano

Foto di Paola Menzella

Lasciamo l’ufficio di Patty e ci immergiamo nella vita dinamica di Aspirin. Uno spazio co-working ad alta interazione sociale. Una piccola piazza protetta, dove si possono migliorare la lingua e l’esercizio mentale apprendendo i giochi da tavolo cinesi o dedicandosi alle creazioni manuali. Dove si può fare un corso di calligrafia su stoffa, sfogliare una copia di Elena Ferrante tutta in ideogrammi o un libro illustrato sull’arte del realismo socialista e dove si possono acquistare piccoli mobili provenienti dal lontano oriente.

Libreria di volumi in lingua originale, bar, galleria d'arte e spazio co-working. Tutto questo è Aspirin Lifestyle Bookstore a Milano

Foto di Paola Menzella

Mentre ho tra le mani un libro su Yohji Yamamoto, il celebre stilista giapponese che il mondo ha definito “post-atomico” per i messaggi impressi sui suoi abiti, Patty aggiunge “A Milano non esisteva una vera libreria cinese sui temi più contemporanei. Per questo qui ogni giorno si riuniscono tanti studenti. Aspirin è aperto per le loro esposizioni personali e per piccole conferenze”.

Libreria di volumi in lingua originale, bar, galleria d'arte e spazio co-working. Tutto questo è Aspirin Lifestyle Bookstore a Milano

Foto di Paola Menzella

Chiedo a Patty cosa mi consiglia di provare al bar. Oltre ad ottime proposte di caffè italiano e tè orientale, mi suggerisce di ordinare un colorato “bento”, il tradizionale cestino da asporto composto da riso, verdure e carne diffuso in molti paesi asiatici.

Foto di Paola Menzella

“Ti ho già detto che prima qui c’era una banca? Io e altri 11 soci abbiamo ristrutturato il locale per farne un posto dove sentirci bene.  Ecco perché si chiama Aspirin. Il rimedio al malessere, qualcosa che in tutto il mondo puoi prendere per avere sollievo. Le persone sono piene di storie e ognuno di loro mi sembra un libro. Qui ciascuno può trovare il suo posto”. 

Libreria di volumi in lingua originale, bar, galleria d'arte e spazio co-working. Tutto questo è Aspirin Lifestyle Bookstore a Milano

Foto di Paola Menzella

Aspirin è il luogo dove non trovare nulla di quello che ci si aspetta dallo stereotipo cinese ma dove prendere parte ad un’esperienza interculturale ogni volta diversa. Per raggiungere piazza Spotorno probabilmente attraverserete Porta Nuova e il suo profilo fatto di grattacieli. E quando incontrerete Patty capirete perché qui ha sentito di poter mettere in piedi la sua Cina, colta, aperta e con molte cose da dire. 

 

L'autore: Carmela Menzella

Nata a Matera, ha studiato lingue a Roma e lavorato principalmente nel campo dell'interpretariato e della mediazione per i diritti umani. Da qualche anno a Milano, decide di scoprirla raccogliendo storie legate al cortocircuito fra passato e contemporaneità.

FIND THESE PRODUCTS IN OUR LOCAL STORE
OR IN OUR ONLINE STORE

SUN68 Milano

Unconventional clothes for everyday situations.
Viale Gorizia 30, Milano
Whatsapp 342.3907513

Leggi altri articoli