Scegli la tua città
Scegli la tua città

Dopo le vacanze, si riparte dalla colazione: 7 posti per un buongiorno a Mantova

Fare colazione in una città vuol dire camminare e scoprire i locali più tipici, il caffè più buono o, se si è in vacanza o in visita, prendersela con calma e cercare anche la vista migliore sui monumenti. La soluzione migliore è perdersi e orientare la bussola sugli aromi dolci e salati. Attenzione perché già di prima mattina l’odore di salame e stracotto si insinua tra i vicoli della città, soprattutto in alcuni punti che diventano lo stomaco di Mantova. 

Dal caffè letterario alla bakery gluten free, dal panificio al chioschetto. Piccola mappa della colazione: per iniziare, o continuare, bene la giornata

Foto di Simone Rega

Si comincia dall’ingresso classico della città. Il ponte di San Giorgio, il Castello e il famoso e pluriscattato skyline. Proprio a due passi dal Castello vi aspetta il Caffè Modì. Un bistrot dall’atmosfera d’artista. Si capisce subito il perché del nome. Le riproduzioni dei quadri Modigliani sono ovunque. Gli specchi dalle grandi cornici e un pianoforte fanno il resto. La variante all’internazionale cornetto è la mantovana sbrisolona. 

Dal caffè letterario alla bakery gluten free, dal panificio al chioschetto. Piccola mappa della colazione: per iniziare, o continuare, bene la giornata

Foto di Simone Rega

Appena prima di entrare nel centro storico, con piazza Sordello alle spalle, voltatevi sulla sinistra e leggerete una scritta che ha almeno 50 anni ma sono sicuramente di più. Pavesi è un panificio e non un bar ma potete prendere una pastina dal vasto assortimento allestito nelle teche come tanti soldatini armati solo di zuccheri. Vi consiglio di scegliere il risino, un dolce mantovano con latte, riso e scorza di limone. Sanno di infanzia e di dolce preparato in casa. Da mangiare assolutamente mentre passeggiate per la città. I mantovani vi riconosceranno e sarete già calati nella parte del bravo turista. 

Dal caffè letterario alla bakery gluten free, dal panificio al chioschetto. Piccola mappa della colazione: per iniziare, o continuare, bene la giornata

Foto di Simone Rega

Se siete fortunati, ovvero siete in città di giovedì, oltre ad essere immersi nel mercato cittadino potete dirigervi verso via Giustiziati. Passando sotto l’arco dell’Arengario date uno sguardo agli anelli ancora affissi. Sono proprio quelli che si usavano nel Medioevo per le torture. Il nome della via non tradisce la sua macabra storia. L’osteria Leoncino Rosso è aperta, solo di giovedì, per le colazioni. Potete così aggiungere la nota salata. La polpetta del Nedo è il vero spuntino andante dei mantovani. Uno di quei sapori quasi spariti che sanno di osteria con travi in legno, una lunga gestione familiare e una ricetta che non ti sveleranno mai. 

Dal caffè letterario alla bakery gluten free, dal panificio al chioschetto. Piccola mappa della colazione: per iniziare, o continuare, bene la giornata

Foto via Web

Volete fare i parigini di Montparnasse e avere un libro tra le mani? Direzione piazza Marconi, qui troverete il Caffè letterario Bar Venezia. Raffinato, elegante e una prova sul campo per il vostro apprendimento linguistico. La parlata ufficiale qui è il mantovano stretto. I giornali locali sono proposti ancora accompagnati con un bastone per facilitare la lettura.  

Dal caffè letterario alla bakery gluten free, dal panificio al chioschetto. Piccola mappa della colazione: per iniziare, o continuare, bene la giornata

Foto via Facebook

L’ultima proposta in centro storico è nell’area del Rio, il corso d’acqua che taglia in due la città. Via Orefici vi rapisce con i suoi odori salati: salami appesi, mostarde e polli che girano sugli spiedi. Se resistete a tutto questo in fondo alla via entrare nella Caffetteria Bernardelli. Oltre ai dolci esposti potete prendere un pezzo di schiacciata e gustarvelo mentre seguite il corso del Rio. Sarà fortissima la tentazione di fare foto. 

Dal caffè letterario alla bakery gluten free, dal panificio al chioschetto. Piccola mappa della colazione: per iniziare, o continuare, bene la giornata

Foto via Facebook

Fuori dal traffico del centro c’è Dolcelia, una piccola oasi gustosa pensata per chi non può assumere glutine o ha altre intolleranze. L’atmosfera è di color pastello, un po’ shabby chic e tutto sembra avere la consistenza del confetto.

Dal caffè letterario alla bakery gluten free, dal panificio al chioschetto. Piccola mappa della colazione: per iniziare, o continuare, bene la giornata

Foto via Facebook

Non c’è un consiglio preciso perché i dolci, in genere piccole tartellette, vengono prodotte ogni giorno e con ricette diverse. Avvicinatevi al bancone e lasciatevi tentare. 

Dal caffè letterario alla bakery gluten free, dal panificio al chioschetto. Piccola mappa della colazione: per iniziare, o continuare, bene la giornata

Foto di Simone Rega

A Mantova però l’accoppiata cultura-cibo è davvero difficile da spezzare. Così prima di visitare il Palazzo Te nell’area dei giardini c’è il Chiosco Graffer. Qui potete sedervi in tavolini di legno, coperti da pergolati di edera e fiori, e scegliere una colazione classica con cornetto o gustare uno dei dolci più in voga negli anni sessanta mantovani: il cannoncino con zabaglione, budino al cioccolato e panna. Il consiglio è di venirci tra maggio e settembre quando i tigli sprigionano il loro profumo.  

 

L'autore: Simone Rega

Guida turistica, blogger, organizza eventi, scrive poesie. Classe 1985. Vive e lavora a Mantova dove si occupa di progettazione. Laureato in storia dell’arte e master in Management e valorizzazione del territorio. Appassionato di storia e di storie. Le colleziona nel suo blog Meraviglia a domicilio.

FIND SUN68 PRODUCTS IN OUR LOCAL STORE
OR IN OUR ONLINE STORE

SUN68 Mantova

Unconventional clothes for everyday situations.
Via Verdi 42, Mantova
Whatsapp 345.5820563

Leggi altri articoli