Scegli la tua città
Scegli la tua città

L’estate musicale milanese tutta da scoprire

Pronunciando la parola estate si associano sempre idee di vacanze, località di mare, natura. In una città come Milano cosa può attirare durante le giornate di caldo afoso? Una risposta, in effetti, c’è: gli eventi, la musica e il divertimento. Milano infatti si trasforma in città della musica, proponendo festival per ogni genere e gusto e concerti da non perdere.
Questa città che per anni ha vissuto la nostalgia dei tempi dei club in cui si faceva musica, quelle piccole e grandi realtà che rendevano Milano viva, oggi sembra rinata. Il tanto amato e odiato Expo ha dato una sferzata che in un certo senso ha cambiato le cose. C’è una maggiore volontà e attenzione nel fare cose di qualità, creare eventi speciali, per rendere sempre di più Milano una città da vivere e amare.

1. Street Music Art

Sting Foto di Mariagrazia Giove, riproduzione riservata

Sting
Foto di Mariagrazia Giove, riproduzione riservata

Il polo di maggior attrazione dell’estate milanese, per la portata dei concerti in cartellone, sarà di sicuro la Assago Summer Arena, che ospiterà in nuovo festival Street Music Art dal 9 giugno al 30 luglio. Nomi che non hanno bisogno di presentazioni, del calibro di  Sting, Santana, Duran Duran, Mumford and Sons, Robert Plant, Pharrell Williams, Massive Attack, Jack Savoretti, e gli italiani Battiato con Alice e Vecchioni.

2. Market Sound
Altri grandi nomi ai Mercati Generali di via Lombroso, durante il Market Sound dall’11 giugno al 22 luglio, che vede sul palco Neil Young, The Chemical Brothers, The Offspring, Slayer e gli italiani Vinicio Capossela e Afterhours.

3. Stadio San Siro
Il programma dello Stadio San Siro avrà come punta di diamante la doppia data di Bruce Springsteen & The E Street Band (3-5 luglio), ma si prevede grande affluenza anche per i concerti di Beyoncé e Rihanna.

4. Magnolia e Carroponte

Carroponte Credit: Fabrizio De Plano

Carroponte
Credit: Fabrizio De Plano

Due realtà ormai consolidate, che invece hanno un calendario ricco non solo di grandi nomi, ma anche di proposte meno altisonanti ma di sicuro non meno interessanti, sono il Magnolia e il Carroponte. Queste sono forse le realtà che preferisco, dove dietro all’organizzazione di così tante date c’è un’attenta ricerca in un universo di proposte musicali così troppo spesso condizionato dai media. Al tempo stesso si nota la volontà di spaziare fra diversi generi musicali, forse per accontentare un po’ tutti, o forse perché chi davvero ama la musica lo fa a 360°.
Il Magnolia alterna concerti a mini festival o giornate tematiche. Dopo i due giorni del Mi Ami il 27 e 28 maggio (con I Cani, I Ministri e Calcutta), giugno comincia con una All Trap Music Night, a cui seguiranno la Fresh Prince Fight (dedicata al ballo hip-pop), il Limone Party, il Twist and Shout! (A 50’s and 60’s Nigh), All you can Street Festival (con artisti di strada), Festival Moderno (con l’affascinante voce sensuale di Grimes), per finire alla grande a settembre con Unaltrofestival: due giornate imperdibili con Daughter, Editors e Edward Sharpe & The Magnetic Zeros.
E gli artisti? Da non perdere a giugno We are scientist, Noisia, Flogging Molly e Flume. Oltre a Grimes, a luglio saranno in concerto God is an astronaut e Floating Points; interessanti anche DJ Premier & The Badder, Dub FX, Jeremy Loops e Sun Kil Moon. Ad agosto brilla il nome di Kamasi Washington, un genio assoluto!
Il Carroponte soddisfa un po’ tutti i gusti musicali. Partendo dalle icone della musica tricolore come gli Stadio, Daniele Silvestri e Patty Pravo e una speciale serata Stazioni Lunari, con Brunori Sas e Ex-CSI, si passa alla scena musicale indie americana anni ’80: imperdibili Dinosaur Jr, Couting Crows, Blackberry Smoke e Vintage Trouble. Il grido ribelle è affidato agli storici Diaframma e Sum 41, alle chitarre punk dei Punkreas e all’inconfondibile sound dei Limp Bizkit, la famosissima band nu metal americana. Per il pop segnaliamo Lukas Graham, mentre per il rap italiano e internazionale Ghemon, Tyler The Creator e Gue Pequeno. Per lo ska e il reggae abbiamo Vallanzaska, Damian Marley e i Radici Nel Cemento. Interessanti le serate dedicate ai generi originali, insoliti e tutti da scoprire, come i Tortoise e i Tinariwen. Fra i cantautori segnaliamo Lissie, Zibba e Damien Jurado. Per un viaggio folk invece suoneranno i salentini Nidi D’Arac, la Nema Problema Orkestar, i Russkaja e i Turbo Polka. Per chi vuole scatenarsi nelle danze suonerà il famoso dj-producer electro swing austriaco Parov Stelar, accompagnato da un grande spettacolo di luci, immagini e suoni. Non può mancare una giornata dedicata alle sonorità elettroniche, curata da Elita, che vede protagonisti Episode, Richie Hawtin e Recondite. Anche gli eventi a tema saranno davvero variegati, come la party-night Lollipop, la serata Hottanta, il Jammin’ – Circus Of Reggae Party, l’Irish Summer Fest e i due giorni degli Emergency Days.

5. Il Ritmo delle Città

Concerti Foto di Mariagrazia Giove, riproduzione riservata

Concerti
Foto di Mariagrazia Giove, riproduzione riservata

Per gli amanti del jazz e dello swing, il festival Il Ritmo delle Città è arrivato alla decima edizione e vede in cartellone giornate dedicate allo swing e alle percussioni. Saranno ospiti Artchipel Orchestra e l’Orchestra di via Padova, oltre alle voci femminili di Sarah Mckenzie, Vanessa Rubin e Antonella Ruggero e tre interessanti trio di Espen Berg, Danilo Rea e Giovanni Falzone. Irrinunciabili le serate di Marilyn Mazur e Branford Marsalis Quartet con la splendida voce di Kurt Elling.

6. I-Days
L’8, 9 e 10 luglio al Parco della Villa Reale di Monza farà un grande ritorno un festival che era fermo da qualche anno, l’I-Days, con una programmazione davvero speciale! Primi fra tutti i Sigur Rós, ma anche Paul Kalkbrenner, Stereophonics, Biffy Clyro, Bloc Party, Jasmine Thompson e tanti altri.

7. Gods of Metal
Sempre a Monza, il 2 giugno ci sarà il famoso Gods of Metal, un appuntamento importante per gli appassionati del genere. Anche se i Kiss hanno cancellato il tour europeo, ci sono sempre i Rammstein, i Korn e i Megadeth!

8. Festival di Villa Arconati

Joan Baez Foto di Mariagrazia Giove, riproduzione riservata

Joan Baez
Foto di Mariagrazia Giove, riproduzione riservata

A Bollate abbiamo il raffinato Festival di Villa Arconati, che quest’anno vede una signora del jazz come Diana Krall, la grande Joan Baez che festeggia i suoi 50 anni di carriera, il patron del rock progressive Ian Anderson con le note della storica band Jethro Tull e il re dei Balcani Goran Bregovic. Unico italiano Cristiano De Andrè, che festeggia i cinquant’anni dall’uscita del primo disco del nostro amato Fabrizio.

9. Terraforma
Sempre a Villa Arconati, il festival Terraforma sarà dall’1 al 3 luglio. Un festival alternativo, dedicato alla sperimentazione artistica e alla sostenibilità ambientale, che rinnova il concetto di esperienza musicale, sottolineando la relazione tra evento e il suo impatto e ricercando un nuovo concetto di ascolto. Tra gli artisti da segnalare Adrian Sherwood, Biosphere e Charlemagne Palestine.

Con l’offerta musicale di quest’estate non si rischia di avere un giorno di noia, quindi mano alla penna e al calendario per segnarsi tutte le date! Purtroppo gli eventi gratuiti sono davvero pochi ma si sa, i soldi investiti in musica sono sempre spesi bene, perché il bagaglio di emozioni che si porta a casa dopo un concerto non ha prezzo!
Enjoy the music, enjoy the summer!

Good Vibes Foto di Mariagrazia Giove, riproduzione riservata

Good Vibes
Foto di Mariagrazia Giove, riproduzione riservata

L'autore: MariaGrazia Giove

Collabora con etichette discografiche e con riviste musicali e di viaggio, nazionali e internazionali, sia come fotografa che come editor e critica musicale. Ideatrice del progetto Musica Nomade dove fotografia, musica e territorio si intrecciano in un forte messaggio culturale.

Leggi altri articoli