Scegli la tua città
Scegli la tua città

A Milano si stampano Libri Finti Clandestini: da carta da riciclo a carte d’arte

Aprendo “Vertigo” sembra quasi che un minuscolo acrobata stia eseguendo solo per noi uno dei suoi numeri più incredibili. Ancorato ad una fune azzurra, volteggia leggero tutte le volte che lo desideriamo, all’interno del libro in cui è stato nascosto dal suo creatore.

Il collettivo Libri Finti Clandestini recupera carta da riciclo, da scarti di tipografia a poster e sacchetti del pane, per farne libri d'artePagine e copertine di solito sono qualcosa di statico, essendo intrappolate in una materia solida, ma i Libri Finti e Clandestini superano la barriera della carta e si animano dando vita ogni volta ad una storia diversa: incontri di boxe degli ultimi decenni dell’800, Alice che prende il tè, il Circo di Atacama, la finale dei mondiali di calcio del 1950 fra Brasile e Uruguay. 

Il collettivo Libri Finti Clandestini recupera carta da riciclo, da scarti di tipografia a poster e sacchetti del pane, per farne libri d'arteQuesta linea editoriale, visionaria e poetica, è andata in scena al pubblico per la prima volta nel 2013 al Micro festival di Milano. Da quel momento in poi, grazie al grandissimo riscontro, il collettivo di Libri Finti e Clandestini inizia a dedicarsi sistematicamente a questo progetto. 

Il collettivo Libri Finti Clandestini recupera carta da riciclo, da scarti di tipografia a poster e sacchetti del pane, per farne libri d'arteL’idea è un mix tra gli studi di grafica e la passione per il riciclo e l’auto-sostenibilità. Un progetto totalmente sperimentale ed autoprodotto utilizzando scarti di tipografie o di cartiere, materiale incontrato casualmente in mercatini o acquisito da lasciti di privati. Le carte, mescolate, si rigenerano in nuove ed imprevedibili forme editoriali.

Il collettivo Libri Finti Clandestini recupera carta da riciclo, da scarti di tipografia a poster e sacchetti del pane, per farne libri d'arteNascono così sketch book fatti per essere disegnati, preziose tirature pop-up dedicate a curiose storie del passato, combo che alternano disegni a piccoli assemblaggi di carte eterogenee. Si fanno apprezzare alla Chicago Art Book Fair, viaggiano fra le fiere del settore fino a Toronto e a Seul.

Il collettivo Libri Finti Clandestini recupera carta da riciclo, da scarti di tipografia a poster e sacchetti del pane, per farne libri d'arteOggi una consistente parte del processo di creazione avviene in un laboratorio-studio nel quartiere di Isola, a Milano. In questo spazio raccolto fra i grattacieli di piazza Gae Aulenti e la frenetica stazione Garibaldi, si creano libri d’arte, a mano, tornando quasi ad un’epoca pre-industriale. 

Il collettivo Libri Finti Clandestini recupera carta da riciclo, da scarti di tipografia a poster e sacchetti del pane, per farne libri d'arteAll’occorrenza il laboratorio può assumere forme più contemporanee ospitando eventi e workshop. Piccoli gruppi di persone vi si incontrano per uno o più week end per imparare le tecniche di base dell’autoproduzione editoriale.

Il collettivo Libri Finti Clandestini recupera carta da riciclo, da scarti di tipografia a poster e sacchetti del pane, per farne libri d'arte Che sia libro cartonato, o pop-up, ogni progetto personale può vedere la luce partendo dai preziosi ritagli altrimenti destinati all’oblio. 

Il collettivo Libri Finti Clandestini recupera carta da riciclo, da scarti di tipografia a poster e sacchetti del pane, per farne libri d'arteFinti, perché questi libri nascono da una tecnica non ufficiale, ma completamente unica e da autodidatta. Clandestini perché ogni ritaglio sarebbe stato destinato a restare fermo, imprigionato, e invece torna di nuovo libero, esce dal suo tempo e diventa inafferrabile.  

Il collettivo Libri Finti Clandestini recupera carta da riciclo, da scarti di tipografia a poster e sacchetti del pane, per farne libri d'arteTra inserti realizzati con vecchi blocchetti di cambiali, cartine geografiche difficili da decifrare, ritagli di foto di famiglie sconosciute, ogni Libro Finto Clandestino è un mondo che nella realtà ordinaria non esisterebbe, ma che invece ad ogni pagina si impone alla nostra vista con una bellezza e una singolarità che solo i progetti ambiziosi sprigionano. 

Il collettivo Libri Finti Clandestini recupera carta da riciclo, da scarti di tipografia a poster e sacchetti del pane, per farne libri d'arteNel 2020 saranno diverse le librerie indipendenti e le fiere del settore dove poter sfogliare (con grande cautela) queste preziose creazioni. E se l’immagine ricorrente e segreta di una storia continua a bussare alla tua porta, prova ad intercettare il collettivo in uno dei suoi laboratori aperti al pubblico. Forse un Libro Finto e Clandestino aspetta di essere liberato anche da te. 

L'autore: Carmela Menzella

Nata a Matera, ha studiato lingue a Roma e lavorato principalmente nel campo dell'interpretariato e della mediazione per i diritti umani. Da qualche anno a Milano, decide di scoprirla raccogliendo storie legate al cortocircuito fra passato e contemporaneità.

FIND SUN68 PRODUCTS IN OUR LOCAL STORE
OR IN OUR ONLINE STORE

SUN68 Milano

Unconventional clothes for everyday situations.
Viale Gorizia 30, Milano
Whatsapp 342.3907513

Leggi altri articoli